FIRBIMATIC propone il sistema di lavaggio a solvente a circuito ermetico specifico per utilizzare in modo sicuro il Percloroetilene

percloroetileneIl Percloroetilene è un composto chimico clorurato che nel settore delle macchine per il lavaggio dei componenti metallici trova diverse applicazioni: utilizzato come solvente infatti garantisce un risultato finale di grande qualità su componenti più diversi e, rispetto ad altri, è molto economico.

Incolore, con una densità oltre una volta e mezzo quella dell’acqua ma con un odore caratteristico, il percloroetilene se inalato o maneggiato senza le dovute precauzioni può essere pericoloso !

È proprio per questa sua pericolosità, per l’uomo e per l’ambiente, che il percloroetilene è stato negli ultimi anni spesso al centro di numerosi dibattiti.

Firbimatic in collegamento a SAFECHEM, un’azienda esperta nella fornitura di soluzioni per l’utilizzo sicuro e sostenibile di solventi nel lavaggio dei componenti industriali, dei tessuti e nelle prove sui conglomerati bituminosi, ha trovato il modo di utilizzare il percloroetilene in modo sicuro.

 

I vantaggi del Percloroetilene

L’elevata frequenza con cui il percloroetilene viene utilizzato per il lavaggio dei componenti metallici è giustificata dalle tre caratteristiche principali che lo rendono migliore rispetto ad altre sostanze:

  • alta densità e alto potere sgrassante
  • basso punto di ebollizione
  • non infiammabile

Nello specifico il percloroetilene vergine di tipo super-stabilizzato ha un elevato potere sgrassante che si evidenzia alle alte temperature e che aiuta a rimuovere i grassi e tutti i contaminanti ossidati più difficili da combattere.

Il vapore che si condensa sulla superficie dei componenti metallici trattati, permette di garantire l’efficienza in ogni ciclo di lavaggio e un’asciugatura rapida e completa.

Il percloroetilene utilizzato sotto-vuoto ha inoltre ha un punto basso di ebollizione, molto lontano dalle temperature critiche e dunque all’interno degli impianti di lavaggio ermetici ha una durata ed una stabilità assoluta perché non arriva alla temperatura di decomposizione e di produzione dell’acidità.
 

Percloroetilene: come “maneggiarlo con cura”

Maneggiare con cura: questa è la chiave del successo della collaborazione tra la nostra azienda e SAFECHEM.

La pericolosità legata all’utilizzo del Percloroetilene come solvente può essere arginata nel momento in cui si utilizzano il giusto impianto di lavaggio, la giusta tecnologia, i giusti accessori ed il giusto iter per la gestione del rischio.

In questa collaborazione Firbimatic si configura come partner privilegiato OEM, fornendo la tecnologia di utilizzo sicuro per il recupero del percloroetilene, SAFECHEM invece ha messo a disposizione del progetto la giusta soluzione per la gestione dei residui che si ottengono al termine di ogni ciclo di lavaggio.

Il regolamento REACH: la gestione del rischio nell’utilizzo del Percloroetilene

Il REACH è il regolamento europeo che riguarda la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche.

L’obiettivo di questo regolamento è divulgare e favorire la conoscenza di quelli che sono i rischi ed i pericoli associati all’utilizzo di determinate sostanze chimiche, sia nuove che esistenti, mantenendo e rafforzando la competitività dell’industria chimica europea.

Sulla base di questa normativa, la proposta elaborata è una macchina per il lavaggio dei componenti metallici che sfrutta un sistema a circuito chiuso.

Tutte le fasi del ciclo di pulizia (lavaggio, asciugatura e desodorizzazione) avvengono completamente sottovuoto al fine di garantire agli addetti che utilizzano la macchina la massima sicurezza e la totale assenza di emissioni nocive.

Il sistema a circuito chiuso elaborato permette di stoccare, trasportare, caricare e scaricare il percloroetilene senza correre il rischio che ci siano emissioni tossiche: evitare la dispersione di solvente è fondamentale per abbattere i costi associati al lavaggio.

Il solvente utilizzato viene poi riciclato e ripulito da tutti i residui di sporco raccolti in fase di lavaggio.

La versatilità del percloroetilene, che lo rende compatibile con la maggior parte dei metalli in particolare quelli più predisposti all’ossidazione (alluminio, acciaio inox, magnesio, zinco e alcune leghe come l’ottone), i vantaggi associati all’utilizzo di un sistema di lavaggio a circuito ermetico e il sistema di gestione del rischio studiato ad hoc ci permettono di garantire al cliente un risultato finale impeccabile in termini di pulizia e conveniente da un punto di vista economico.
 

Firbimatic e SAFECHEM: ecco tutti i vantaggi del Percloroetilene in un video.

Non sempre “tradurre” questi concetti in un linguaggio che sia comprensibile a tutti è semplice: per questo motivo abbiamo deciso di realizzare un video.

Il nostro obiettivo è mettere in evidenza tutti i vantaggi associati alla scelta di un impianto di lavaggio a solvente a circuito chiuso e far passare il messaggio che, se utilizzato nel modo giusto, il Percloroetilene non è assolutamente dannoso.

Crediamo infatti che nel futuro il ruolo ricoperto da questo solvente nel settore delle macchine per il lavaggio dei componenti metallici sia sempre più quello del protagonista e non della semplice comparsa.

Buona visione!