Impianti di lavaggio a solvente ed alcool modificato: la tecnologia scelta dalla NASA

Il progetto realizzato da Firbimatic per la NASA rientra senza alcun dubbio nella lista dei “casi di successo aziendali”: protagonista è l’impianto Multisolvent 100 installato nella loro sede nei primi mesi del 2018.

Un impianto di lavaggio industriale che sfrutta la tecnologia a solvente ed alcool modificato è ciò che è stato realizzato per il Marshall Space Flight Center situato presso l’ U.S. Army’s Redstone Arsenal ad Huntsville, in Alabama.

L’ESIGENZA: la pulizia dei componenti per la produzione dei razzi spaziali

L’esperienza, le capacità e le competenze accumulate nel corso degli anni nel settore aeronautico ed aerospaziale rappresentano il motivo per cui la NASA ha deciso di rivolgersi a Firbimatic.

Il laboratorio del Marshall Space Flight Center è da sempre impegnato nella progettazione e nella realizzazione di tutti quei pezzi che sono necessari per la produzione dei razzi che vengono poi sparati nello spazio.

 

Forse non sapevi che …

Il centro è stato chiamato così in onore dell’alto militare e segretario di stato George Marshall che nel corso della fase successiva alla Seconda Guerra Mondiale ideò il Piano Marshall uno dei piani di carattere economico e politico sviluppati dall’America per la ricostruzione dell’Europa del dopoguerra.

Nel laboratorio del Marshall Space Flight Center è stato inoltre sviluppato il razzo Saturn V, proprio quello che portò l’Apollo 11 con Armstrong e Aldrin sulla Luna nel Luglio nel 1969.

Questo razzo è uno dei più grandi della famiglia Saturn, il solo che grazie alle sue grandi dimensioni riuscì a favorire il successo di tutte le missioni Apollo.

 

IL PROGETTO: la tecnologia a solvente ed alcool modificato sviluppata per la NASA

Per rispondere ai bisogni e alle esigenze specifiche di lavaggio che ci sono state presentate dalla NASA la nostra azienda ha deciso di proporre un impianto per il lavaggio dei componenti industriali che sfrutta la tecnologia a solvente ed alcool modificato.

L’intero ciclo di lavaggio (lavaggio, sgrassaggio ed asciugatura) avviene all’interno di un circuito ermetico sotto vuoto, combinando solvente ed alcool e garantendo un risultato finale di pulizia di elevata qualità anche in presenza di componenti con cavità e fori ciechi.

Le fasi del ciclo di lavoro

Il ciclo di lavoro degli impianti di lavaggio ad alcool e solvente prevede tre fasi: degassaggio, asciugatura e distillazione.

Degassaggio

La fase di degassaggio è la prima ed avviene in totale assenza di bolle d’aria prima dell’effettivo lavaggio dei componenti, favorendo penetrazione ed omogeneità nella fase di immersione.

Asciugatura

Successivamente alla fase di lavaggio avviene quella di asciugatura nel corso della quale tutti i pezzi trattati vengono privati di qualsiasi residuo di solvente che possa essere dannoso per persone ed ambiente.

Le particelle di sporco vengono rimosse grazie all’azione meccanica del lavaggio e del movimento del cesto e nel caso in cui i componenti non siano completamente puliti (per esempio nel caso di macchie d’olio bruciato) vengono utilizzati gli ultrasuoni.

Distillazione

In questa fase finale il solvente viene “distillato” e ripulito da tutti gli eventuali residui di olio.

Multisolvent 100

Multisolvent 100 è il modello di impianto di lavaggio ad alcool e solvente che abbiamo realizzato per la pulizia dei componenti metallici che servono per la produzione dei razzi destinati allo Spazio.

Questo impianto si distingue per i ridotti consumi, dal momento che utilizza la tecnologia BAT (Best Available Technology) in fase di lavaggio ed asciugatura, per la sua capacità di garantire fino a 6 cicli di lavoro all’ora, per le dimensioni contenute e per un’attività di manutenzione semplice.