La tecnologia di FIRBIMATIC per la pulizia di tubi e componenti speciali: il caso Medelec.

Massimo volume di produzione, un livello di emissioni e contaminanti inferiore a quello previsto dalla normativa e cicli di lavaggio in grado di assicurare un livello di pulizia impeccabile in un arco di tempo assolutamente contenuto.

Quanto detto descrive, a grandi linee, esigenze e bisogni di quelle realtà che si occupano della produzione di tubi operanti nel settore medicale e di tecnologia di precisione.

Nel corso di questi anni l’industria medicale ha messo a dura prova le capacità tecnologiche imprese del nostro settore, non accontentandosi più di un valore approssimativo rispetto al livello di contaminanti residui alla fine di ogni ciclo di lavaggio.

0.1 mg/dm2: questo il valore soglia che non deve assolutamente essere superato.

L’esigenza di avere impianti di lavaggio capaci di garantire un volume di produzione massimo e, nello stesso momento, la massima pulizia ha reso necessario lo sviluppo di macchine per il lavaggio industriale estremamente personalizzate.

 

Le macchine per la pulizia dei tubi di Firbimatic

Alla luce di quanto detto Firbimatic ha sviluppato impianti di lavaggio per tubi, profilati e componenti speciali, attraverso nuove partnership e collaborazioni con realtà industriali consolidate nel settore.

Questi progetti e queste “alleanze” hanno permesso di sviluppare macchine per la pulizia dei tubi e dei componenti speciali che sfruttano un sistema a circuito chiuso che trova applicazione anche nell’industria aereonautica e militare.

Caratteristiche tecniche principali

Gli impianti speciali realizzati eseguono cicli di lavoro sottovuoto, utilizzano come solvente sia il percloroetilene e, con i dovuti aggiustamenti, gli alcoli modificati e gli idrocarburi.

Per sciogliere eventuali dubbi ed incertezze circa l’uso di questi efficaci composti chimici ti consiglio di leggere questo articolo sul sistema di lavaggio a solvente a circuito ermetico per utilizzare in modo sicuro il Percloroetilene.

I più ristrettivi parametri di pulizia interna vengono facilmente raggiunti ed in termini di produttività oraria questi impianti sono in grado di assicurare oltre 40 cicli al giorno per più di 320 giorni all’anno.

Lo schema di funzionamento è simile a quello degli impianti standard ma molto più flessibile in quanto modulare e dunque capace di adattarsi facilmente alle linee di produzione già presenti all’interno dell’impresa.

 

Svolgimento dei cicli di lavoro

Nelle macchine per il lavaggio di tubi e componenti speciali di Firbimatic ogni ciclo di lavoro ermetico dura all’incirca 20 o 30 minuti e prevede le seguenti fasi:

  1. Prelavaggio con solvente caldo
  2. Immersione con solvente caldo
  3. Vaporizzazione
  4. Asciugatura

Nella fase iniziale di prelavaggio il solvente viene spruzzato ad alta pressione al fine di eliminare i contaminanti; con la successiva immersione viene sfruttata l’energia cinetica prodotta dalla movimentazione del cesto che ospita i pezzi al fine di eliminare sporco e residui che si sono depositati all’interno dei tubi.

Su richiesta è possibile l’applicazione degli ultrasuoni per rafforzare l’azione di lavaggio.

La fase di vaporizzazione ha l’obiettivo di preparare i pezzi all’asciugatura finale, momento in cui tutto il solvente presente viene recuperato all’interno della camera di lavaggio.

Il ciclo termina una volta che il livello dei vapori presenti è pari od inferiore a quello stabilito dalla norma.

 

Dalla teoria alla pratica: il caso Medelec – Resonetics

Impianti speciali per il lavaggio di tubi, profilati e componenti speciali sono stati acquistati dall’impresa Medelec (Puidoux, Svizzera francese) la prima volta nel 2005 e, successivamente, nel 2018.

Medelec è un’impresa svizzera da specializzata nella produzione di tubi flessibili in acciaio inossidabile, metalli preziosi e semi preziosi utilizzati nel settore medicale, più precisamente nel ramo delle endoscopie.

Nel corso dell’ultimo anno è stata acquisita dalla ditta americana Resonetics, ampliando e rafforzando il proprio business su scala globale.

I primi due impianti per il lavaggio dei tubi speciali acquistati nel 2005 da Medelec pulivano sia la parte interna che quella esterna dei tubi speciali utilizzando solventi clorurati come il percloroetilene o il tricloroetilene.

I nuovi impianti acquistati lo scorso anno sfruttano l’alcool modificato e permettono alla ditta francese (oggi Resonetics Svizzera) di pulire, sia internamente che esternamente in modo efficace ed efficiente, tubi flessibili in acciaio inossidabile, metalli preziosi e leghe di nichel, con un diametro che può arrivare fino a 0.6 mm.